Gruppo Bancario Credito Valtellinese
Italiana Assicurazioni
Ministero dei Beni Culturali - Direzione Generale per il Cinema
Regione Lazio
Comune di Montefiascone
Unindustria
Università degli Studi della Tuscia - Viterbo
Fondazione Carivit
Camera di Commercio Viterbo
CNA Viterbo e Civitavecchia
Roma Lazio Film Commission











Nove giorni di eventi a Montefiascone (VT), da venerdì 22 a sabato 30 luglio

Giovedì 14 luglio 2016, si è tenuta presso la location Colle di Montisola la presentazione della decima edizione di Est Film Festival.
La conferenza viene aperta da Vaniel Maestosi, direttore di Est Film Festival, che ringrazia Alberto e Laura, i proprietari del Colle di Montisola “che da quasi nove anni ci seguono in quest’avventura e ci ospitano in una location così bella. Per noi è ormai una scaramanzia presentare sempre qui il Festival. Siamo molto emozionati perché festeggiare 10 anni consecutivi di un evento come Est Film Festival, in questo settore pieno di incertezze, è davvero una piccola impresa. Quindi, un primo applauso va a tutti noi perché, se siamo qui, è grazie a Montefiascone, agli sponsor e alle istituzioni. Tra le tante novità che accompagneranno questa nuova edizione, accogliamo la nuova amministrazione, con la quale abbiamo lavorato per trovare delle linee guida fin da subito.
Grazie alla vecchia amministrazione per aver creduto in noi e grazie alla nuova amministrazione per aver dimostrato in poco tempo quanto tenga a Est Film Festival e grazie a tutte le amministrazioni che ci hanno fatto crescere. Voglio confessarvi che il Festival non appartiene a nessuno se non a Montefiascone, a prescindere da chi lo dirige, dalle amministrazioni che si susseguono: è un patrimonio di chi collabora con il Festival e partecipa agli eventi
”.
Dopodiché, arriva il dovuto ringraziamento agli sponsor che da anni credono in questo evento culturale. Maestosi ricorda poi che Est Film Festival è “l’unico evento di cinema della provincia a essere finanziato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, che rappresenta un bollino di qualità in questo settore”. Arrivano poi i ringraziamenti per la Regione, (anche quest’anno EFF è arrivato primo nel bando audio-visivo), la Provincia di Viterbo, Unindustria, l’Università della Tuscia “che, oltre ad assegnare il Premio per il miglior cortometraggio, viene tutti gli anni coinvolta a partecipare selezionando tra gli studenti la giuria per questa sezione”, la Fondazione Carivit “grazie al presidente Brutti per credere sempre in Est Film Festival”, Camera di Commercio di Viterbo, la CNA di Viterbo e Civitavecchia, Autocentri Balduina “un nuovo sponsor che tra poco aprirà una sede anche a Viterbo”, Unicoop Tirreno “che non solo partecipa da 2 anni assegnando il Premio per il miglior documentario, ma contribuisce anche concettualmente perché dirige la giuria dei documentari”, la Cantina di Montefiascone “che è per noi un’istituzione importante e assegna uno dei premi più belli: il Premio del pubblico”. ID Risk Manager Partner, AEM, i Fratelli Marmo “tutti i premi del Festival sono realizzati da quest’azienda locale, con materie prime del territorio, per dare un premio che rappresenti al massimo Montefiascone”, Ergonet, Manzi Petroli, Caffè Fida, Etikart, Nardini, Caprio, Centro Estetico Silvia, la Roma Lazio Film Commission, la Pro Loco di Montefiascone, Tuscia Welcome, Jazz UP, che ad Est Film Festival assegna il Premio per la miglior colonna sonora, l’Enoteca Provinciale Tuscia “che ci ospita anche quest’anno”, il Colle di Montisola, il Muretto, Carramusa, la tipografia Grazini e Mecarini, Foto Ottica Breccola, Cinema del Silenzio.it, i technical partner: l’hotel Urbano V, l’hotel Altavilla, Il Caminetto Resort, Vivai Brachini e l’american bakery La fabbrica dei sogni. “La presenza di tutti questi sponsor testimonia il lungo lavoro che EFF ha fatto in questi 10 anni e a loro va il nostro ringraziamento”.
Maestosi poi spiega la differenza tra festival e rassegna: “la seconda organizza qualcosa senza concorsi, semplicemente proiettando film. Ma, in realtà, un festival è un evento che crea bandi, dando la possibilità a tutti di partecipare a dei concorsi ufficiali selezionati da una direzione artistica. Organizzare una proiezione è facile; portare in soli nove giorni oltre 30 eventi, giurie, ospiti è tutta un’altra cosa, soprattutto a livello finanziario”.
Si parla poi del futuro di Est Film Festival: “Per far crescere ancora di più il Festival abbiamo 2 possibilità: dopo 10 anni di attività, un festival può partecipare ai bandi europei. In pochi mesi non si può, però, produrre un progetto vincente perché bisogna creare un circuito di proiezioni europee, complesso, ma sul quale in 2/3 anni siamo certi di arrivare. Il secondo è con il contributo delle persone alle quali Est Film Festival è rivolto: il pubblico. Quest’anno abbiamo pensato di chiedere alle persone che tengono a EFF di diventare sostenitori attraverso delle donazioni: tanti festival utilizzano già questa modalità di finanziamento e molti riescono a crescere solo con questa forma di sostenimento. In questo modo, chiunque vorrà sostenere il Festival potrà farlo facendolo crescere. Stiamo già pensando come premiare la fiducia di chi ci sosterrà e, chissà, magari l’anno prossimo creeremo un premio e una giuria fatta dai sostenitori di Est Film Festival”.
Si torna poi a parlare del programma: “oltre 30 eventi, 100 ospiti, 9 giorni. Siamo molto fieri di questa decima edizione, visto che abbiamo il privilegio di avere due personalità che tanti eventi difficilmente riuscirebbero a portare insieme: quest’anno apriamo venerdì 22 luglio con un grande amico del Festival, Carlo Verdone, che nel 2009 inaugurò la sezione Arco di Platino - Premio Italiana Assicurazioni. Per questo ci sembrava giusto fosse lui a lanciare il nuovo Festival e ad essere premiato dal sindaco con l’Arco di Platino speciale del 10° anno – Premio Città di Montefiascone. Mentre domenica 24 luglio assegneremo l’Arco di Platino – Premio Italiana Assicurazioni a Gigi Proietti, uno dei più grandi artisti dello spettacolo italiano.
Inoltre, avremo come ospite Paolo Genovese, vincitore del David di Donatello di quest’anno, Claudio Giovannesi, unico regista italiano a partecipare all’ultimo Festival di Cannes. La giuria sarà, invece, presieduta da Giampaolo Sodano (ex direttore di Rai2 e della casa di produzione Eagle Pictures) e sarà composta da Claudio Di Mauro (montatore e regista), Ambrogio Lo Giudice (regista), Francesca Brunori (costumista), Fabio Brugnoli (ingegnere del suono) e Danilo Maestosi (giornalista). Tra i vari eventi ci saranno anche due omaggi a due grandi del cinema italiano, scomparsi quest’anno: Ettore Scola e Bud Spencer
”.
Ad Est Film Festival torna anche il connubio tra pittura e cinema con la mostra Grandi registi del Cinema: “abbiamo deciso di riutilizzare lo spazio delle Carceri Papaline omaggiandole con una mostra molto concettuale pensata insieme all’artista Francesco Ferrari che, in 45 ritratti, racconta tutto il cinema e dove ogni quadro ritrae un regista e l’opera che più lo rappresenta”. La mostra sarà aperta dal 15 al 30 luglio, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21.
Da programma, il 23 luglio torna Ciak! Montefiascone 3, organizzato insieme alle associazioni Factotum, Zero a 1000 Onlus e Nuova Democrazia Italiana. Sempre lo stesso giorno, la premiazione della Borsa di Studio Est Film Festival nelle Scuole, offerta dalla CNA di Viterbo e Civitavecchia. “Grazie a Luigia Melaragni, segretaria CNA Viterbo e Civitavecchia e ad Alberta Tortolini dell’IISS Dalla Chiesa. Ci piace avere la possibilità di coinvolgere i giovani, non solo facendoli appassionare al cinema, ma anche dando la possibilità a chi vince questa borsa di studio di lavorare insieme a noi”. Interviene poi Luigia Melaragniper la CNA è un onore partecipare a questa iniziativa”, dopodiché annuncia la vincitrice della borsa di studio di quest’anno: Valeria Perosillo.
Vaniel Maestosi lascia poi la parola al sindaco Massimo Paolini che ricorda come lui abbia creduto in Est Film Festival fin dalla sua prima edizione nel 2007, in quanto assessore dell’allora giunta: “mi resi subito conto che questo progetto era fresco e ambizioso e atto allo sviluppo del territorio. Oggi è una nuova soddisfazione perché, da primo firmatario per la realizzazione del Festival, mi ritrovo a tagliare da Sindaco il nastro della decima edizione.
In questi anni ho seguito sempre EFF, che non si è mai limitato alla settimana di programmazione degli eventi ma è sempre stato presente sul territorio; per questo, vogliamo che ci sia più spinta per questa manifestazione, perché è una vetrina che ci distingue dagli altri paesi della provincia. Qui sono passati i migliori artisti del cinema, quindi potete capire da soli l’importanza del Festival per Montefiascone. Grazie ad Est Film Festival per quello che fa per il nostro paese, perché in questi 10 anni abbiamo potuto trasmettere la nostra immagine in tutta Italia
”. Il Sindaco conclude poi affermando che: “credendo in Est Film Festival, Montefiascone volerà sulle ali del cinema”.
Prende quindi la parola, la Vice Sindaco Orietta Celeste che ringrazia il Festival per il grande contributo che dà a Montefiascone “sensibilizzando i montefiasconesi alla cultura e aiutandoli nelle loro passioni, nei loro sogni, con iniziative come Ciak! Montefiascone e la borsa di studio. Siamo qui perché vogliamo stringere un’amicizia e migliorare insieme questo evento che, già nel nome, rappresenta un connubio con il territorio. Siamo presenti, vi ringraziamo e vi diamo un in bocca al lupo, sapendo già che farete benissimo”.
Interviene poi Fabio Notazio, assessore alla cultura del Comune di Montefiascone: “sono qui, a presenziare un traguardo importante di un evento che per 10 anni è stato il punto d’incontro per attori e registi nazionali e internazionali, come Giuseppe Tornatore e Terry Gilliam. Questo deve essere un punto d’inizio per percorso insieme che ci porterà all’undicesima edizione con un programma ancora più grandioso perché Est Film Festival è un volano di sostegno per tutto il nostro territorio”.
Prima di dare la parola a Massimiliano Giovannini, Direttore Montefiascone del Gruppo Creval, Vaniel Maestosi ringrazia tutto il Credito Valtellinese, main sponsor dal 2009 che assegna l’Arco d’oro – Premio Credito Valtellinese, nelle figure di Marco Sala, Enzo Rocca e Luigi Lionetti “un nostro grandissimo amico, presente qui oggi”.
Massimiliano Giovannini, leggendo il xvi rapporto sullo sviluppo della Tuscia della Camera di Commercio di Viterbo, fa notare come vi sia un rafforzamento sugli investimenti che riguardano il turismo e la cultura, “i risultati che si raggiungeranno serviranno per dare uno slancio all’economia e saranno una vetrina del territorio in tutta Italia, anche grazie ad eventi come EFF”.
È il momento dell’altro main sponsor di Est Film Festival, Italiana Assicurazioni, rappresentato da Antonio Cappellacci: “il nostro lavoro consiste nel migliorare la qualità della vita delle persone attraverso le assicurazioni, ma bisogna essere anche fortunati e noi lo siamo stati per aver incontrato il Festival. Per noi questa sponsorizzazione è diventata un valore e ogni anno ci siamo sentiti onorati di contribuire in maniera concreta a realizzare questo evento che ha portato a Montefiascone personaggi fondamentali della storia del cinema. La ricaduta più importante di questo valore è che questo evento ha fatto e fa parte delle emozioni delle persone di questo splendido paese”.
Il direttore Vaniel Maestosi, prima di lasciare il microfono al direttore artistico Glauco Almonte, fa un ringraziamento speciale a tutto il Festival, quasi 50 persone, e alla sua direzione che lavora tutto l’anno: Agnese Bertolotti, Giordano Rampazzi, Flavia D’Angelo e Lorenzo Trapè.
Abbiamo deciso di celebrare questo decimo anno – afferma Glauco Almonte - attraverso il nostro lavoro, apportando modifiche al programma classico in modo tale da renderlo una festa; per questo abbiamo deciso di avere tutti gli incontri speciali nella prima parte del programma: per partire con i fuochi d’artificio.
Allo stesso tempo, vogliamo omaggiare gli ospiti ma anche il cinema italiano e lo faremo ricordando il 20° anniversario di "Sono pazzo di Iris Blond" di Carlo Verdone e il 40° anniversario di "Febbre da cavallo" che proietteremo il 24 luglio, dopo l’incontro con Gigi Proietti. Un piccolo omaggio al nostro lavoro è invece la presenza di 3 vincitori delle passate edizioni del Festival: Claudio Giovannesi (il 23 luglio), Ago Panini (29 luglio), e Alessandro Marinelli (29 luglio). La novità più vistosa è la proiezione dei cortometraggi che non sarà più affidata ad un’unica giornata come in passato, ma verrà dilatata durante tutto il programma con due cortometraggi al giorno. Mentre cinque giorni saranno dedicati ai documentari, il migliore dei quali riceverà l’Arco d’argento – Premio Unicoop Tirreno, che quest’anno avranno tutti un filo conduttore: lo straniero, inteso come condizione esistenziale ossia di chi non conosce ciò che ha davanti e che teme la diversità. Per la sezione in concorso, Arco d’oro – Premio Gruppo Credito Valtellinese, avremo sette lungometraggi realizzati da sette esordienti; non abbiamo solo film che escono nelle sale, ma anche quattro pellicole inedite che non sono uscite nei cinema e che, forse, non usciranno. Perché, in fondo, è anche questo quello che fa un festival: aiutare nella visibilità opere di grande valore artistico
”.

Fortunato Licandro (Direzione Est Film Festival)
























Condividi







Ven 28
Sab 29
Dom 30
Lun 31
Mar 01
Mer 02
Gio 03
Mattina
parz nuvoloso
18ºC
Pomeriggio
poche nubi
27ºC
Sera
sereno
22ºC
Notte
sereno con foschia
20ºC